Dottorandi

Vincenzo Idone Cassone

Vincenzo Idone Cassone è dottorando in Semiotica e media presso l’Università degli studi di Torino, membro del Circe (Centro interdipartimentale di ricerche sulla comunicazione) e del Gamification Lab (Leuphana Universität, Lüneburg).

Le sue aree di ricerca includono la gamification e il game design, attraverso una prospettiva di semiotica strutturale e semiotica della cultura. Tra le sue principali pubblicazioni Through the ludic glass. A cultural genealogy of gamification (Mindtrek’17 proceedings) Lude et labora. Notes on gamification at work (Performance Studies), Playable city. Il gioco come strumento di cambiamento (Lexia, con Fabio Viola), Mimicking Gamers. Understanding gamification through Roger Caillois (Games and Cultures). Ha diretto la conferenza Katastrophé, riflessioni sul discorso catastrofico(Torino 2016) e partecipato all’organizzazione di conferenze dedicate alla ludicità urbana (Mettiamo in gioco la città, Torino 2015) e a progetti di design fiction (con Fast Forward e il Mufant, Museo della fantascienza e del fantastico di Torino). Insegna Sociosemiotica del design allo IAAD.

Bruno Surace

Bruno Surace è dottorando in Semiotica e media presso l’Università degli studi di Torino. Si occupa  di cinema, nella fattispecie di teorie del non filmabile e di conciliabilità fra semiotica e cinema studies, ma anche di semiotica degli oggetti, retoriche giornalistiche, new media e media tradizionali, immaginari e problematiche di natura teoretica connesse alle “scienze del segno”. È membro del CIRCe (centro interdipartimentale di studi sulla comunicazione) a Torino, di AISS (Ass. Italiana Studi Semiotici), del collettivo MYLF (Movies You’ll Like Festival) di Torino, che ha co-creato, del gruppo Fast Forward, con il quale ha intrapreso attività con il MuFant (MuseoLab del Fantastico e della Fantascienza di Torino).  Ha pubblicato articoli su diverse riviste semiotiche e di teoria cinematografica peer reviewed, e capitoli di libro. È co-curatore di un libro in corso di stampa sul tema della catastrofe e delle sue rappresentazioni. Ha partecipato come relatore a numerose conferenze in Italia e in Europa (Irlanda, Germania, Lituania, Portogallo). Ha tenuto seminari in Italia e in Europa. Ha organizzato convegni in Italia. Da Gennaio a Luglio 2017 è stato Visiting Scholar allo University College Cork (Irlanda), presso il dipartimento di Film & Screen Media. Partecipa settimanalmente a una rubrica radiofonica a tema cinematografico su Radio Beckwith.

Gianmarco Thierry Giuliana

Gianmarco Giuliana (San Cataldo, 1989) ha studiato Comunicazione presso l’università di Catania e ha poi conseguito la laurea magistrale in Semiotica presso l’università di Bologna con una tesi di semiotica interpretativa sulla significazione videoludica. Nel 2017 ha iniziato un dottorato in Semiotica e Media presso l’università di Torino, il suo progetto di ricerca mira a costituire una metodologia analitica semiotica unificata che sia capace di fornire nuove risposte sulle peculiarità, possibilità e sui limiti della significazione videoludica e, così facendo, di contribuire al progetto fondativo di una teoria semiotica capace di conciliare le diverse anime della disciplina (raccogliendo così la proposta di C. Paolucci, 2010). Più in generale si interessa di ludicità e di cultura di massa (in particolare di videogiochi, pornografia e anime) indagandone sia la caratteristica transmedialità e transculturalità che il rapporto fra la loro struttura ( ideologico-culturale, comunicativo-linguistica, logico-narrativa) e le interpretazioni che ne derivano (letture, usi, strategie, risemantizzazioni, traduzioni, produzioni).