La Storia

I semiotici del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione dell'Università di Torino, sviluppano la maggior parte delle loro attività di ricerca attraverso CIRCE, il Centro di Ricerche Interdisciplinari sulla comunicazione presso l'Università di Torino.

Con il decreto n. 237 emanato dal Rettore dell'Università di Torino, il  13 maggio 2002 è stato istituito CIRCE, che si definisce come centro di ricerca interdipartimentale composto e finanziato dal Dipartimento di Scienze Sociali, Scienze Politiche, Psicologia, Storia, Informatica, Economia, e Filosofia. Nel 2009 anche il Dipartimento di Diritto è entrato a far parte del Circe.

L'obiettivo principale di CIRCE è quello di promuovere e sostenere la ricerca interdisciplinare in scienze umane e sociali, al fine di costruire un ponte tra i gruppi disciplinari, nonché tra il mondo accademico e la cittadinanza (compresi i responsabili delle politiche pubbliche e aziende private). Al momento, CIRCE si concentra principalmente sulla semiotica culturale, la sociologia della comunicazione, la storia della comunicazione, e gli studi giuridici interdisciplinari.

Queste sono state, fino ad ora, le principali attività di CIRCE:

Una serie di simposi chiamati "Incontri sul senso": prestigiosi studiosi di scienze umane e sociali provenienti non solo da Italia e Europa  da tutto il mondo sono invitati a tenere  conferenze sui loro progetti e le ricerche in corso, presentare il loro ultimi libri, o proporre nuove interpretazioni di diverse tradizioni semiotiche ad un pubblico di docenti, ricercatori, dottorandi e studenti universitari.
Un seminario mensile per ricercatori post-doc, dottorandi e studenti universitari delle lauree magistrali in scienze interdisciplinari sociali e umanistiche, studi culturali e semiotica; il tema del seminario cambia ogni anno, ma spesso consiste in una lettura collettiva approfondita e di interpretazione delle opere complete di un famoso studioso. Nel 2008-2009, ad esempio, sono state lette e discusse dai partecipanti al seminario, tutte le opere di Greimas; nel 2009-2010, tutte le opere di Lotman, ecc .;
Un seminario mensile in cui i dottorandi presentano il loro progetti di ricerca in corso, sia ai loro colleghi che al personale dirigente del CIRCE;
Una tavola rotonda annuale, di solito su un tema teorico, coinvolgendo sia semiotici e non semiotici. Nel 2007-2008, ad esempio, è stato organizzato un simposio internazionale sul tema "La città come testo: scrittura urbana e ri-scrittura", con la partecipazione di Saskia Sassen e di altri studiosi di prim’ordine; nel 2008-2009, è stato organizzato un simposio internazionale sul tema "Il significato dell’ azione, l'azione del significato"; nel 2009-2010 invece un simposio internazionale su "The Fields of Pre-Vision", ecc
La pubblicazione di Lexia, rivista internazionale con un sistema di doppio refe raggio anonimo, a edizione semestrale, dedicata alle ricerche nel campo della semiotica culturale, edito da Aracne (Roma)  disponibile anche on-line (Classificata da Scopus come rivista nel relativo settore disciplinare) ;
Progetti di ricerca locali, nazionali e internazionali. Nel 2006-2009, ad esempio, CIRCE ha guidato un progetto di ricerca nazionale insieme con le Università di Bergamo, Bologna, Palermo, Roma e Sassari e finanziato dal Ministero italiano per la ricerca (100.000 euro);
Una Summer School sulla semiotica culturale, organizzata nelle prime settimane di settembre, in collaborazione con la Nuova Università Bulgara e finanziata sia dall'Unione europea che dal Ministero italiano dell'Università e della Ricerca (Cooperlink Project);
Una serie di conferenze proposte da colleghi europei attraverso i numerosi accordi SOCRATES / ERASMUS che l'Università di Torino ha firmato con altri importanti centri di ricerca semiotica in Europa (Helsinky, Riga, Sofia, Tartu, Vilnius, etc.)
Un dottorato europeo di semiotica (SEMKNOW), promosso dall'Unione Europea
La cooperazione nella realizzazione di progetti di ricerca, eventi e corsi con i partner internazionali.
CIRCE offre un ambiente di ricerca vivace innovativo e incoraggia la cooperazione tra ricercatori nelle diverse fasi della loro carriera. Al momento CIRCE sta cercando di espandere la cooperazione internazionale con i principali centri di ricerca in tutto il mondo, sia pubblici che privati .